infotunio

Indennizzo INAIL e risarcimento: qual è la differenza?

Tra i temi più scottanti di cui si parla in questi ultimi tempi figurano gli infortuni sul lavoro. Questi infortuni possono avvenire per fatalità o per colpa del lavoratore stesso o la responsabilità è da attribuire al datore di lavoro o ad altri soggetti.

In questi casi quale parte del danno è coperta dall’indennizzo INAIL e quale invece grava sul responsabile (sia esso il datore di lavoro o terzi)? Tra indennizzo dall’Inail e il risarcimento dovuto secondo il Codice Civile quale differenza c’è?

Cosa si intende per incidente sul lavoro?

Per infortunio sul lavoro si intende ogni incidente avvenuto per “causa violenta in occasione di lavoro” dal quale derivi la morte, l’inabilità permanente o l’inabilità assoluta temporanea per più di tre giorni. L’evento che causa l’infortunio deve essere improvviso, con azione intensa e concentrata nel tempo e deve danneggiare l’integrità psicofisica del lavoratore. Quando si parla di occasione di lavoro si ci riferisce a tutte quelle situazioni, nelle quali si svolge l’attività lavorativa e nelle quali è imminente il rischio per il lavoratore.

Differenza tra indennizzo INAIL e Risarcimento

L’indennizzo INAIL:

-come danno patrimoniale temporaneo, integra parte della retribuzione che spetta al lavoratore per il periodo di assenza dal lavoro per infortunio;

-come danno patrimoniale permanente, paga anche le future conseguenze patrimoniali in capo al lavoratore infortunato. Questo è previsto solo nei casi in cui le lesioni superino la soglia del 15% di Invalidità Permanente;

-come danno non patrimoniale, invece, indennizza il danno biologico permanente, ovvero la lesione all’integrità psico-fisica che il lavoratore infortunato non recupererà mai più, ma solo se supera la soglia del 5% di Invalidità Permanente.

Risarcimento:

Se il lavoratore ha subito l’infortunio per colpa di terzi allora ha diritto di ottenere il risarcimento per ogni voce di danno. Ci si riferisce, infatti, al danno biologico temporaneo e a quello permanente compreso tra lo 0% e il 5% di Invalidità Permanente, al danno morale, al danno esistenziale e a tutti i danni che l’INAIL non indennizza e per i quali il lavoratore potrà chiedere il risarcimento ai terzi responsabili.

La professionalità e la competenza del team di Studio Consol ti permetterà di ottenere ciò che ti spetta.

Vuoi avere maggiori informazioni su questo argomento e/o vuoi avere maggiore assistenza in merito? Contattaci quanto prima per qualsiasi consulto gratuito. Compila il form o invia una mail a info@studioconsol.it.

Compila il form sottostante per ricevere una consulenza gratuita e saperne di più su come ottenere un piano assicurativo conforme alle tue necessità.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Comments are closed.