Incidenti domestici

Gli incidenti domestici possono definirsi come eventi non voluti e imprevedibili che si verificano negli edifici destinati ad un uso abitativo e nelle aree ad essi connesse come la soffitta, la cantina, la rimessa auto, il cortile e il giardino.

In genere l’incidente in ambito domestico è causato da una forza estranea non controllabile da parte dell’uomo, in grado di provocare danni alla sua integrità fisica e psichica.

Le cause possono essere le più svariate: incendi, allagamenti, soffocamenti, ingestione involontaria di farmaci, veleni, sostanze tossiche, cadute.
La normativa che tutela la salute dell’uomo all’interno delle abitazioni ha previsto dal primo marzo 2001 l’obbligo di sottoscrizione dell’assicurazione per gli incidenti domestici INAIL per coloro che svolgono gratuitamente, abitualmente ed esclusivamente la propria attività lavorativa in ambito domestico e che hanno un’età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Lo studio Con-Sol valuta e assiste le persone che hanno subito un incidente domestico in modo da ottenere il miglior risarcimento.

Qualche curiosità sugli incidenti domestici:

Quali sono le lesioni più frequenti causate dagli incidenti domestici?
I traumi cranici, le fratture degli arti superiori e inferiori, le ustioni, le intossicazioni, e gli avvelenamenti e le fratture del collo e del tronco.

Chi sono i soggetti più a rischio di incidente domestico?
Sono le donne, per quanto riguarda le problematiche legate a rotture e fratture, mentre gli avvelenamenti sono più frequenti nei soggetti di giovane età senza distinzioni di sesso.

Dove si verificano maggiormente gli incidenti domestici?
Le stanze in cui si verificano con maggiore probabilità gli incidenti domestici sono la cucina e il terrazzo.